sabato 10 settembre 2016

Happy birthday to me

E così invecchio anche io.

Non che me ne freghi un granché. Gran parte delle persone che non mi conoscono, quando mi vedono mi danno parecchi anni in meno rispetto a quelli che ho. Quindi il problema del sentirsi vecchia è decisamente rimandato ai prossimi anni.

La novità di quest'anno è stata Anna.
Nata il 31/7 dopo una gravidanza tranquilla ma non troppo.
I primi tre mesi si possono riassumere con "E la nausea sia con te", seguita a ruota da "Balle spaziali", quelle che mi sono venute dopo aver passato settimane a vomitare tutto il giorno.
Il trimestre successivo è stato all'insegna della stanchezza cronica. Sid il bradipo in confronto era un dilettante.
Gli ultimi mesi sembravo Mobydick e avevo l'agilità di un rinoceronte zoppo.

Poi, una domenica mattina ha deciso di palesarsi Anna. Fotocopia sputata della sorella maggiore con lievissime variazioni sul tema.
E con lei sono tornate le famigerate notti insonni.
Grazie ad Anna quest'estate mi sono fatta una notevole cultura sportiva, guardando un sacco di gare delle Olimpiadi di Rio... in diretta. Che fortuna.
Ieri è cominciata la sessione delle para olimpiadi. Per almeno altre due settimane sono a posto.
A distanza di più di un mese le notti insonni continuano inesorabili, ma siccome la speranza e l'ultima a morire, spero di che piano piano le cose migliorino.

Staremo a vedere.....





sabato 30 gennaio 2016

Family day

Ma perche' prima di sentenziare su diritti e doveri degli altri, non ci facciamo un bell'esame coscienza?

Noi, cosi' dette famiglie tradizionali, che ci ricordiamo della tradizione solo quando si tratta di rompere le scatole al prossimo.
Il raduno di oggi esattamente a cosa e' servito?
Quale tipo di famiglia cercava di difendere?
Quella composta da uomo, donna, figlio/i preferibilmente e preventivamente sposati in chiesa.
La stessa famiglia dove al giorno d'oggi, nella maggior parte dei casi purtroppo, dopo qualche anno l'uomo e la donna si separano e usano i figli come arma di ricatto?

Io mi sono sposata in chiesa, nella famiglia composta da uomo e donna ci credo, ma non penso sia l'unica soluzione plausibile.
Penso che un bambino abbia bisogno di una stabilita' che esula dal sesso di chi gliela fornisce.
Ma soprattutto, aver fatto questo tipo di scelta, a mio modesto avviso, non mi mette nella condizione di criticare  quelle diverse dalle mie.

E, a proposito di famiglia, la mia ad Agosto si allarga!